Tutti ben conoscete la base Scout "Le Grazie Vecchie" di Monza, ma forse non tutti sanno che i Frati Minori del Convento di Santa Maria delle Grazie hanno messo in vendita tutto il complesso architettonico, compresa la base.

La Base è ormai indispensabile per un concreto aiuto alle tradizionali attività educative scout in un luogo che ne garantisce la completa sicurezza. Nella Base transitano circa 2000 utenti scout all'anno soprattutto delle Zone Agesci di Monza e Milano ma anche di altre Zone lombarde, del Nord Italia e dall'estero. Attualmente è composta da quattro locali + servizi con riscaldamento a legna; ha a disposizione una area verde allestita per campeggio e attività di pioneristica.

Per questo motivo l'AGESCI e la Fondazione Baden hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura, che però necessita di fondi.

E' per questo che vi proponiamo una serata di divertimento e musica. La Compagnia Teatrale dagli 8 agli Anta si è resa disponibile a regalare un musical alla nostra Zona Bimino, donando il ricavato per la base.

Vi aspettiamo dunque il giorno

legallyblonde data

 

E' necessario prenotare i propri biglietti cliccando qui.

Nel frattempo, a fondo pagina, un piccolo assaggio dello spettacolo!

Pubblicato in Ultime notizie
Martedì, 18 Dicembre 2018 19:07

Veglia di Natale 2018

Per la  la Veglia di Natale 2018 ci ritroveremo il giorno 20/12 alle ore 21.00 diversi luoghi di Brugherio, per poi confluire tutti nella cappella in Oratorio San Giuseppe.

I ragazzi e i genitori del branco Roccia della Pace si troveranno nel salone polifunzionale dell'oratorio San Giuseppe.

Quelli del branco Il Gabbiano si troveranno in piazza Giovanni XXIII (piazza della Posta).

Per i reparti Daulaghiri e Makalu il ritrovo  sarà in palestra all'Oratorio San Giuseppe.

Noviziato, Clan/Fuoco e tutti coloro non hanno figli nelle varie unità, si ritrovano in piazza Roma.

Il tema per tutti sarà La Famiglia e per questo motivo vi chiediamo di rispettare la suddivisione proposta.

Ricordiamo che ci sarà la possibilità di aiutare le famiglie in difficoltà di Brugherio con la raccolta di viveri a favore del Banco Alimentare e con un contributo economico a favore della San Vincenzo.

 

volantino veglia

Pubblicato in Gruppo
Lunedì, 03 Dicembre 2018 21:46

Uomini e donne di frontiera

Ieri per la prima volta sono entrato in un carcere, con altri capi ed RS del Brugehrio 1, per animare con canti, chitarra e jambè la Messa domenicale.

Tre messe in serie, una dietro l’altra, una ogni due sezioni di detenuti, dalle 8.30 alle 12.00. Esperienza potente, che lascia il segno. Difficile restituirla, se non in minima parte.
Il passaggio al metal detector, le porte automatizzate che lentamente si aprono. I corridoi con le celle. La piccola e graziosa cappellina. Il quadro della Madonna che abbraccia teneramente il bambino. Le telecamere ai quattro angoli.

E arrivano. Volti di ogni età, con differenti espressioni ma tutti segnati dalla sofferenza. Si giocano nella cappellina la loro unica ora d’aria del giorno.

Molti vengono all’altare a salutare e stringere la mano al don. Lui dispensa sorrisi e carezze a tutti. Ad uno della sezione infermeria indugia con la mano sulla guancia e con il pollice gli segna a fronte.

Si dispongono ordinati sulle panche. Una sezione a destra, una a sinistra. Una suora in mezzo a loro, insieme ai colontari di "Carcere Aperto". In fondo si schierano le guardie.

Uno avvicinandosi al don gli consegna un foglietto chiedendo se può leggerlo. Sono le condoglianze per uno di loro, lì presente, cui è appena morta la mamma. A volte non ti fanno uscire nemmeno per il funerale di tua mamma. Altre volte sei tu che non vuoi uscire per non presentarti in chiesa scortato dalle guardie. E la piangi lontano e in silenzio, nella cappella di un carcere.

Primo canto. Camminerò nella tua strada Signor. Prima lettura. Dal libro del profeta Geremia. “Verranno giorni nei quali realizzerò le promesse di bene”. Seconda lettura. Dalla lettera di San Paolo apostolo ai TessaloCINESI :-). “Vi preghiamo e supplichiamo affinché possiate progredire ancora di più. Voi conoscete quali regole di vita vi abbiamo dato da parte del Signore Gesù”. Alleluia delle lampadine. Vangelo secondo Luca. “Risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina”.

Le parole di don Augusto durante la predica, che arrivano dritte dritte. Tutti gli occhi su di lui. Le provocazioni, le reazioni.

L’accenno ai tre giovani arrivati giusto quella notte, di cui hanno parlato i giornali. Quelli che sul treno hanno picchiato selvaggiamente un uomo che li invitava ad alzarsi per fare posto ad altri. Disappunto, fervore. “Preghino di non arrivarci per le mani”. “Li massacriamo”. “Anziani, donne e bambini non si toccano".

“…E se invece gli parlaste e provaste a fargli capire il loro sbaglio? Chi può farlo meglio di voi, che conoscete molto bene il malessere che porta a certi comportamenti?”. Silenzio. “La strada è lunga, don”. "... Ma è la strada che ci indica il Vangelo".

"...E il gommista che ha sparato?”. “…Ha fatto bene! Fanno bene a spararci! Bisogna sparare, a quelli come noi”. “Ognuno di noi è una risorsa, non dimentichiamolo mai”.

Offertorio. Tu sei la mia vita, altro io non ho. Lo scambio della pace, tutto quel muoversi, tutte quelle strette di mano. Nella compostezza generale sembra una piccola “rivolta”.

Il padre nostro tenendosi per mano. Comunione. Cuore, prendi questo mio cuore, fa che si spalanchi al mondo germogliando per quegli occhi che non sanno pianger più. “Beati gli occhi che sanno ancora piangere. Adesso dedichiamo un Ave Maria pensando ai nostri cari. Alle nostre mogli, ai nostri figli”. Gli occhi lucidi.

Benedizione. Danza la vita al ritmo dello spirito, danza, danza, al ritmo che c’è in te. Tanti che si lasciano andare e battono le mani. E prima di andare vengono a stringerci la mano e ringraziarci, e salutare di nuovo il don. Un ragazzo gli dice “mi raccomando Roma-Inter!”. Risate.
Come sarebbe bello che in ogni carcere, ogni domenica, ci fossero degli scout ad animare la Messa. Del resto noi siamo uomini e donne di frontiera. E non c’è luogo più inesplorato e sconosciuto di un carcere.

Pubblicato in Gruppo
Venerdì, 21 Settembre 2018 00:00

Din Don Cafè - Scout e Razzismo

I nostri scout ci danno una bella lezione contro il razzismo.
https://youtu.be/SBWJx_iEXa0 

Pubblicato in Gruppo
Giovedì, 23 Novembre 2017 19:16

scout Brugherio BOT

Siete genitori di ragazzi/e facenti parte del nostro gruppo e non avete ancora scaricato il nostro BOT di Telegram?

Non siete riusciti ad attivarlo?

Leggete questo articolo e non potrete sbagliare !!!

 

TELEGRAM @scoutbrugheriobot

ISTRUZIONI PER L’USO

Installare Telegram e attivare il canale informativo del nostro gruppo (bot) sul proprio smartphone è semplice e veloce.

Attenzione: la procedura sotto indicata è funzionante solamente sui numeri di cellulare che ci avete indicato nei moduli di raccolta dati.

Innanzitutto è necessario scaricare l’applicazione Telegram dallo store Android, iOS, Windows Phone (a seconda del sistema operativo) ed eseguire il processo di installazione.

Aprire l’applicazione, cliccare sulla lente di ingrandimento in alto a destra e digitare @scoutbrugheriobot

Apparirà una schermata dove vengono elencate le funzionalità e i comandi del bot.

Per avviarlo basta cliccare sul pulsante CONDIVIDI CONTATTO in basso.

Automaticamente verrà visualizzato un messaggio di benvenuto con la specifica dei GRUPPI attivati (Branco Roccia della Pace, Branco Il Gabbiano, Reparto Pino Antico, etc ...), per i quali vi chiediamo di controllarne la correttezza.

Nel caso in cui non accada nulla sarà necessario digitare /start nella barra in basso e seguire le indicazioni sullo schermo (già sopra citate).

Se invece viene segnalato che il numero di cellulare non risulta registrato nei nostri archivi aspetta un paio di giorni e riprova digitando /start.

Vi ricordiamo che il nostro canale informativo è unidirezionale e quindi non prevede possibilità di risposta ai messaggi ricevuti.

Per eventuali problemi di installazione, modifiche dei GRUPPI attivati, dati inesatti, o per eventuali chiarimenti/delucidazioni contattateci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Buona Caccia e Buona strada,

la Comunità Capi 

 

Pubblicato in Gruppo
Martedì, 21 Marzo 2017 21:41

Andiamo da Papa Francesco

Pubblicato in Avvisi Gruppo
Martedì, 21 Marzo 2017 21:14

Andiamo da Papa Francesco

Finalmente tutte le notizie per incontrare Papa Francesco al Parco di Monza il 25 marzo 2017.

Ecco gli avvisi per chi si è iscritto con il nostro gruppo scout Brugherio 1. Vi preghiamo di leggere tutto fino in fondo.

 

PER CHI VIENE A PIEDI DA BRUGHERIO CON I RAGAZZI:

  • Ritrovo in piazza Roma ore 7:45
  • Distribuzione pranzo prenotato (in piazza Roma alla partenza)
  • Distanza da percorrere a piedi circa 6 Km per arrivare da Brugherio all'ingresso del Parco di Monza, più circa 1,5 Km per arrivare al posto assegnato
  • Seguiremo il percoso del pullman Z203 fino alla chiesa di Regina Pacis

 

PER CHI CI RAGGIUNGE A MONZA:

  • Unico punto di ritrovo ore 9:45 in prossimità del santuario Madonna delle Grazie all'angolo tra via Monte Cassino e via Gaetano Annoni - Monza (vedi ingresso 3 sulla mappa allegata)
  • Distribuzione pranzo prenotato (nel punto di ritrovo)
  • Distanza da percorrere a piedi all'interno del parco circa 1,5 Km
  • Ricordiamo che su tutta Monza sabato 25 marzo è vietata la circolazione a tutti i veicoli a motore, dalle 8.30 alle 20.00

 

AAA...ATTENZIONE

All'evento è necessario rispettare queste regole:

  • NO Borraccia, NO lattine, NO bottiglie di vetro
  • NO Coltellini e NON portare oggetti metallici
  • OMBRELLI: solo se pieghevoli
  • Portare carta di identità
  • Sono ammessi passeggini e macchine fotografiche

 

L'attività terminerà per tutti alle 16:30 circa dopo la Santa Messa.
I minorenni iscritti al gruppo scout che non abbiano genitori presenti all'evento e che necessitino di essere accompagnati a Brugherio, devono avvisare i propri Capi entro giovedì 23 per poter organizzare il cammino di ritorno.

Ulteriori informazioni e mappa aggiornata sul sito del comune di Monza http://www.comune.monza.mi.it/it/Visita-del-Papa 

Non avendo il contatto diretto di tutti gli iscritti, vi chiediamo di far girare queste informazioni ai vostri conoscenti iscritti all'evento tramite il nostro gruppo.

Pubblicato in Gruppo
Sabato, 18 Marzo 2017 12:09

A pranzo con Papa Francesco

Se avete dubbi su cosa portare da mangiare durante l'incontro con Papa Francesco ci pensa il noviziato a toglierveli ...

Buon Appetito !

 

pranzo papa mini

Pubblicato in Gruppo
Venerdì, 03 Giugno 2016 02:00

Prima messa don Fabio Zanin

Tutti gli scout del gruppo sono invitati a partecipare alla prima messa di don Fabio Zanin che si terrà DOMENICA 12 GIUGNO 2016 alle ore 10,30 presso la Parrocchia San Bartolomeo.
Il ritrovo, in uniforme, sarà alle ore 10,00 in Piazza Roma.

Buona Caccia e Buona Strada.

Pubblicato in Avvisi Gruppo

ALLORA IL DIAVOLO GLI DISSE: «SE TU SEI FIGLIO DI DIO, DI' A QUESTA PIETRA CHE DIVENTI PANE». GESÙ GLI RISPOSE: «STA SCRITTO: "NON DI SOLO PANE VIVRÀ L'UOMO"». Dal Vangelo della I domenica di Quaresima, Lc 4, 1-13


Peccato non esistessero scout al tempo di Gesù, perché lui di certo, sarebbe stato il migliore! Non solo perché amava vivere in modo essenziale, a contatto con la natura, immerso in una comunità ... Gesù sarebbe stato un ottimo scout perché era in grado di educare sé stesso!
Credo che questa sia davvero la cosa più importante per chiunque: genitori, insegnanti, sacerdoti, capi scout, allenatori ... a maggior ragione per quanti si vedono affidare dei giovani e dei ragazzi. Come possiamo pretendere di educare gli altri, se non abbiamo prima voglia di educare noi stessi?

In questo brano di Vangelo è descritta quella che credo essere la sfida più difficile per un educatore: rimanere coerenti agli ideali e alle motivazioni che stanno alla base della propria scelta, senza cedere alle tentazioni che ci si pongono di fronte ogni giorno della nostra vita. Gesù è bravissimo a fare questo e qui ci ricorda che ci si educa con precisi riferimenti e strumenti.

Come scout e come cristiani ... basta pensare ai dieci comandamenti e ai dieci articoli della legge scout, al nostro battesimo e ai sacramenti come pure alla nostra promessa. Gesù è da solo nel deserto, affamato e stanco. Si mostra vulnerabile come ognuno di noi, ma allo stesso tempo è libero e forte. È in grado di affrontare le tentazioni in tutta tranquillità. Non cerca di spiegarsi o discutere col diavolo. Nemmeno perde tempo, non si lascia disturbare oltre. Si fida del Padre, si sente figlio prima che uomo. Si fida della parola di Dio prima che delle proprie opinioni. Gesù risponde con l'adesione incondizionata alla Sacra Scrittura e con la fedeltà alla missione che gli è stata affidata dal Padre.

Credo che ogni tanto, sia necessario fermarsi, staccare almeno per un secondo dalle frenesie della giornata, ritagliarsi un proprio momento di deserto e riflettere su quali siano le motivazioni che ci spingono ad impegnarci nel nostro servizio, qualunque esso sia. Ed è importante che queste non vengano mai meno, ma che continuiamo a ricordarcele, in modo che anche il nostro servizio non venga mai meno e non perda di significato.

Pubblicato in Gruppo