Sabato, 12 Maggio 2018 09:20

Lo strappo, quattro chiacchiere sul crimine

Scritto da  Silvia Napolitano
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo strappo, quattro chiacchiere sul crimine
Il coraggio. Cos'è per te il coraggio? Cosa vuol dire essere coraggiosi? Questa è la tematica affrontata durante l'anno dal clan/fuoco Mistral.
Argomento non semplice da trattare, men che meno per le loro età, è stato declinato in ambiti
diversi, alcuni dei quali più legati alla concretezza e la praticità, che ai giovani, con la loro voglia di
fare, interessa sempre di più. Il percorso è partito da una riflessione personale di ogni singolo ragazzo, per cercare di comprendere quale fosse l'idea di coraggio più aderente alla propria personalità.
Il cammino è poi continuato con il "coraggio di farsi un'opinione", che a sua volta si è sviluppato nel "coraggio di andare oltre le apparenze e i pregiudizi". Importanti tematiche che hanno guidato il clan fino alla visione del documentario "Lo strappo. Quattro chiacchiere sul crimine", ulteriore spunto per loro per intraprendere un percorso di legalità.
I quattro punti di vista analizzati nel documentario, ovvero quello della vittima, del colpevole, del giornalista e del cittadino, sono stati poi dai ragazzi riprodotti e rianalizzati nel loro contesto.
Ascoltare la testimonianza di un uomo di legge, nel loro caso un pm, è stato il primo passo, cui è seguita successivamente la testimonia di alcuni detenuti, sperimentata da alcuni membri del clan che hanno deciso di approfondire ulteriormente questa tematica in un percorso particolare nel carcere.
Per quanto riguarda il punto di vista del cittadino, per cercare di comprenderlo più a fondo, i ragazzi hanno fatto girare un questionario, di modo che potessero analizzare le riposte e i pensieri dei propri coetanei.
L'intera comunità, ormai da tempo, frequenta le messe domenicali nella casa circondariale di Monza, quindi anche dal lato pratico, affrontano e hanno sempre affrontato questo tema.
Anche durante le loro uscite nel week end, hanno avuto la possibilità di fare sosta a Milano, per partecipare ad una tavola rotonda con personaggi come lo psicologo Aparo, che trattavano di questi argomenti.
La finalità de "Lo strappo" che i ragazzi hanno colto è quello di aver un occhio in più, e anche di riguardo, per questa tematica. Questo è appunto ciò che vorrebbero trasmettere all'intera comunità di Brugherio, proponendo ai cittadini la visione di questo documentario e avendo così la possibilità di interrogarsi sulle stesse tematiche.

 

  

pubblicato in versiona ridotta su NoiBrugherio - anno XV n.19 del 12 maggio 2018

Letto 124 volte